Tom Fordl’history (Italiano)

Lo stilista Thomas Carlyle Ford è nato il 27 agosto 1961, a Austin, in Texas, genitori immobiliari. Il giovane Tom Ford ha scoperto un primo interesse per l’arte e la pittura. “Sono sempre stato molto visivo, sempre interessato al design”, ricorda. “Non voglio dire che ha iniziato a disegnare vestiti a 5 anni, ma se i miei genitori uscissero a cena e mi hanno lasciato solo, riorganizzo tutti i mobili dallo spettacolo prima che tornino. I miei genitori mi hanno sempre incoraggiato a seguirmi Le mie aspirazioni. “

Nel 1979, alle 17, si è registrato presso l’Università di New York nella storia dell’arte. Più diligente al famoso studio notturno studio 54 che l’università Amphis, abbandona i suoi studi per muoversi nel 1980 a Los Angeles. Lì, vince la sua vita trasformando gli annunci televisivi.

Alcuni anni dopo, ritorna a New York e registra l’architettura a Parsons School of Design, si unisce quindi all’antenna parigina per il suo ultimo anno di studio. È qui che decide di concentrarsi sulla moda. Il se souvient: “Je me suis réveillé un matin et pensé: Que fais-je? L’architecture était juste trop … sérieuse, je me suis aperçu que la mode était le bon équilibre vers lequel j’aspirais et c’est tutto.”

Tom Ford – Le prime creazioni

Nel 1985, dopo la laurea, Tom Ford cerca di essere reclutato dal marchio di abbigliamento sportivo di fascia alta Marchio Cathy Hardwick. Telefono ogni giorno per l’azienda per prendere un appuntamento. Infine per sbarazzarsi dell’importun, Hardwick risponde al telefono che lo chiede per quanto tempo poteva venire. Un po ‘meno di due minuti dopo, Tom Ford arriva alla sua scrivania, ha telefonato all’ingresso. Hardwick ricorda il loro primo incontro: “Ho intenzione di dargli nessuna speranza quando gli ho chiesto di citare i miei designer di moda europei preferiti. Mi ha dato i nomi Armani e Chanel. Alcuni mesi dopo ho chiesto perché mi ha dato questi nomi, e lui Mi ha detto: “Perché indossi qualcosa Armani. ‘”Hardwick offre Tom Ford un lavoro come assistente creativo. Due anni dopo vince un lavoro nella progettazione dei jeans per Perry Ellis sulla settima Avenue di New York. Nel 1990, si muove a Milano per sostenere il prestito femminile per Gucci. All’epoca, la società è stata minata da lotte intestinali della direzione e dall’inadeguatezza delle collezioni con le tendenze del mercato. Tom Ford colpisce istantaneamente un nuovo respiro a Gucci. Solleva rapidamente nella tabella dell’organizzazione della società, Passando al direttore del design nel 1992 al direttore della creazione nel 1994.

Tom Ford – Star a Gucci

Tom Ford a rielaborato completamente l’immagine di Gucci che passa dal minimalismo dei primi 1990 ad un universo molto personale: il famoso porno chic che ha sedotto stelle come Madonna o Gwyneth Paltro. Ha ampliato la compagnia a nuove linee, moda maschile, abbigliamento sportivo da donna, abiti da sera e mobi Collegamento della casa. Sotto la sua direzione, Gucci ha assunto il marchio Yves Saint Laurent, portando una notevole crescita delle vendite. Dopo dieci anni di gestione Tom Ford, la figura della Gucci House ha superato 230 milioni a 3 miliardi.
nel 2004 Pinault Spring Redoute compra Gucci, che sigilla le dimissioni di Tom Ford. Nel 2005, ha fondato la propria compagnia di moda e lancia abiti da uomo, occhiali, prodotti di bellezza e profumi. Ford ha creato un ronzio memorabile quando ha chiesto la copertina di un problema di Vanity Fair 2006, vestito Tom Ford per gli uomini, prendere un panino catturato tra Keira Knightley e Scarlett Johansson, entrambi due nudi.

Nel 2009 , Tom Ford fa un’incursione al mondo del cinema con il suo primo film, un uomo unico, con Colin Firth e Julianne Moore. Ha co-scritto e realizzato il film, basato sul romanzo di Christopher Isherwood. Un singolo uomo è stato acclamato dalle critiche, vincendo un appuntamento al premio Academy per il miglior attore e un appuntamento al premio Spirit indipendente per il miglior primo scenario.
uno dei designer più decorati della sua generazione, Ford ha vinto da Numerosi prezzi della moda per il suo lavoro con Gucci e il suo marchio Tom Ford. Ha vinto cinque premi American Fashion Designer, quattro premi di moda VH1 / Vogue ed è stato nominato 2001 GQ Designer dell’anno.

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *