St. Paul e stoicismo – Perseo

1vs

Saint Paul e stoicismo

Questa è probabilmente una sperimentazione di parlare di San Paolo e Stoicismo: ” Abbiamo posato – e troppo spesso – la questione dei rapporti di San Paolo con Seneca e il Portico “, prende atto dell’autore di un recente lavoro su stoicismo e cristianesimo (1). Inoltre, per trattare questo argomento con qualche autorità, sarebbe necessario avere una conoscenza perfetta della Bibbia, della letteratura rabinica e della cultura ellenistica, da St. Paul, nella sua città di Tarso, ha ricevuto un’istruzione giudaica e un Allenamento ellenico.. Ma mi metto, per questo studio, i limiti che mi permetteranno, lo spero, non superando la mia competenza. Voglio solo affidare la mia reazione storica dalla filosofia antica leggendo le epistole di San Paolo e dei suoi discorsi come riportato negli Atti degli Apostoli e nota ciò che rende il pensiero dello stoicismo.

È certo che il fallimento di Paolo ad Atene gli diede un profondo disprezzo per la saggezza filosofica e lo scoraggiava da ora alla ricerca della moralità cynico-stoico un terreno favorevole per il messaggio cristiano. Lo vediamo, infatti, dopo il suo discorso di Atene, per opporsi a violenzamente con questa saggezza e a questo articolo

* L’articolo Oet riprende il testo completo di due corsi dati alla Biblica Biblics Occidente, organizzato da M. de Genty, professore presso la Facoltà di Teologia dell’Università Cattolica degli Angers e che teneva in Laval dal 17 al 20 settembre 1956. La bibliografia, da sola, è stata aggiornata.

(1) Michel Spanneut, lo stoicismo dei Padri della Chiesa, Parigi, 1957, p. 33. Questo notevole lavoro riempie un gap. Avevamo il platonismo dei padri di R. Arnou nel dizionario teologico etonico e non abbiamo avuto uno studio valido sulla relazione tra la filosofia stoica e la teologia cristiana dei primi secoli.

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *