Ex Facebook Exec dice che i social media sta strappando l’Apart Society

Un altro ex esecutivo di Facebook ha parlato del danno che il social network sta facendo in modo civile Società in tutto il mondo. Chamath Palihapitiya, che ha unito a Facebook nel 2007 e divenne il suo vicepresidente per la crescita dell’utente, ha detto che si sente “un’enorme colpa” della compagnia che ha aiutato a fare. “Penso che abbiamo creato strumenti che strappano a parte il tessuto sociale di come funziona la società, “Ha detto a un pubblico alla scuola di Stanford Graduate School of Business, prima di raccomandare alle persone prendersi una” pausa difficile “dai social media.

Le critiche di Palihapitiya erano finalizzate non solo A Facebook, ma l’ecosistema online più ampio. “I loop di feedback a breve termine a breve termine che abbiamo creato stanno distruggendo come funziona la società”, ha detto, riferendosi alle interazioni online guidate da “cuori, simpatini, thumbs-up”. “Nessun discorso civile, nessuna collaborazione; Disinformazione, Mistruch. E non è un problema americano – questo non riguarda gli annunci russi. Questo è un problema globale. “

Ha continuato a descrivere un incidente in India in cui i messaggi di buferati sui rapimenti condivisi su Whatsapp portono al lincing di sette persone innocenti. “Questo è quello con cui ci ha a che fare”, ha detto Palihapitiya. “E immaginiamo di prenderlo all’estremo, dove i cattivi attori possono ora manipolare grandi fasce di persone per fare qualsiasi cosa tu voglia. È solo uno stato davvero, molto brutto di cose. ” Dice che cerca di usare Facebook il meno possibile, e che i suoi figli “non sono autorizzati a usare quella merda”. In seguito aggiunge, però, però, che crede che la compagnia “in modo schiacciante fa bene al mondo”.

Le osservazioni di Palihapitiya Segui affermazioni simili di contrizione da altri che hanno aiutato a costruire Facebook nella potente società è oggi. A novembre, il primo investitore Sean Parker ha dichiarato di diventare un “obiettore di coscienza” ai social media, e che Facebook e altri erano riusciti a “sfruttare una vulnerabilità nella psicologia umana”. Un ex manager del prodotto presso la compagnia, Antonio Garcia-Martinez, ha detto che Facebook si trova sulla sua capacità di influenzare le persone in base ai dati che raccoglie su di loro, e ha scritto un libro, Kaos Monkeys, sul suo lavoro presso l’azienda.

Questi ex dipendenti hanno tutti parlato in un momento in cui preoccuparsi del potere di Facebook sta raggiungendo il lancio della febbre. Nell’ultimo anno, le preoccupazioni sul ruolo della società nell’elezione statunitense e la sua capacità di amplificare le notizie false sono cresciute, mentre altri rapporti si sono concentrati su come il sito dei social media è stato implicato in atrocità come la “pulizia etnica” del Rohingya etnico di Myanmar Gruppo.

Nel suo discorso, Palihapitiya ha criticato non solo Facebook, ma l’intero sistema di finanziamento del capitale di rischio di Silicon Valley. Ha detto che gli investitori pompano denaro in “Sidunque, inutili, aziende idiotiche”, piuttosto che affrontare i veri problemi come il cambiamento climatico e la malattia. Attualmente Palihapitiya gestisce la propria azienda VC, capitale sociale, che si concentra sui finanziamenti aziende in settori come l’assistenza sanitaria e l’istruzione.

Palihapitiya rileva anche che sebbene gli investitori tecnologici sembrano onnipotenti, hanno raggiunto il loro potere più alla fortuna di abilità. “La cazzata di tutti”, disse. “Se sei in posa, e hai un buon flusso di affare, e hai un capitale prezioso, e c’è un enorme tailwind del cambiamento tecnologico … nel tempo prendi uno dei 20 e Sembri un genio. E nessuno vuole ammetterlo, ma questa è la fottuta verità. “

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *