Dibattiti sul cancro al seno

Non ho mai incontrato una donna a cui piace avere una mammografia. L’esame è sgradevole, ma il peggio è l’attesa che precede la diagnosi.

Sì, a volte otteniamo diagnosi “falsi positivi”. Sì, rischiamo subire una biopsia superflua. Ma non conosco una sola donna che non è pronta a subire questi svantaggi se è il prezzo da pagare per catturare un tumore che, lasciato a se stessa, ti costerà la vita. L’ansia indotta da incertezza e “falsi positivi” è doloroso, ma non è nulla, da confrontare con un verdetto di morte!

Le nuove linee guida rilasciate da un gruppo di esperti di esperti che l’Agenzia sanitaria pubblica del Canada Aumentare la confusione.

Può essere compreso che una mammella è sufficiente per le donne menopausa. Può essere capito, in rigore, che non è utile presentare alle donne di mammografia in quarantena che non presentano un rischio particolare … Inoltre possiamo preferire fidarsi della Fondazione canadese della Fondazione canadese. Cancro, che crede che prima il rilevamento può ridurre la mortalità nelle donne di questa coorte di età del 25%.

Resta solo su questi due punti, le direttive “Notizie” non sono nulla di nuovo: questi standard sono già prevalenti nei servizi sanitari, almeno in QUEBEC.

Dove le cose Skyline è che questi esperti ci dicono che l’auto-esame del seno non è necessaria, così come l’esame manuale praticato da un medico o da un infermiere. È così? Ma poi, come lo rileviamo, questo tumore? È dalla palpazione che la maggior parte delle vittime ha scoperto il terrificante “Bump”. Perché sarebbe controproducente per palpare regolarmente e metodicamente? Perché l’esame praticato da un professionista della salute sarebbe superfluo o addirittura “dannoso”, poiché i nostri esperti affermano?

Ciò che disturba, in tali orientamenti basati su studi epidemiologici che ignorano i casi individuali è che ci sentiamo, nella filigrana, il desiderio di ridurre i costi del sistema. Si sente anche un certo paternalismo, come se le donne pulite di rilevamento precoce fossero il giocattolo di paura irrazionale che dovrebbe essere ridotta alla ragione.

Un buon esempio di questa mentalità è un recente articolo di André Picard di Il globo e la posta, un giornalista specializzato in problemi di salute pubblica.

Ciao condiscendenza, ci dice che le donne hanno bisogno di un “controllo della realtà”, un riesame. La realtà basata sulla scienza piuttosto che sulle loro emozioni. Certamente, dice, il cancro al seno uccide molte donne, ma la maggior parte ha più di 70 anni. Ora, “moriamo tutti di qualcosa” (SIC).

Ancora l’80% dei nuovi casi riguarda le donne oltre i 50 … e coloro che sopravvivono che lo debbano per la rilevazione anticipata almeno tanto quanto terapie . Quindi cosa?

m. Picard, crede che “ciò che funziona è prevenzione”. Chiuse il suo piccolo Laïus da questo Consiglio Jovialista: “Sii attivo fisicamente, guarda la tua dieta e il peso, non fumare, bevi moderatamente, limitare l’esposizione a estrogeni e radiazioni … Vivi bene, non aver paura”.

Vai a dire che ai miei amici che hanno sofferto il cancro al seno: tutto, senza eccezioni, ha giocato sport e aveva uno stile di vita estremamente sano. La triste realtà è che se ci sono tumori che possono essere notificati (ad es. Cancro coltio), è impossibile prevenire il cancro al seno.

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *