Dettaglio – Forum medico svizzero

In Svizzera, come in Europa e negli Stati Uniti, il batterio di Chlamydia Trachomatis (CT), associato a infezione sessuale trasmissibile (IST) Il più comune è in aumento. Il numero di casi riportati in Svizzera ha raggiunto oltre 12.000 nel 2019. Le tariffe più elevate sono state identificate tra 19-24 anni, con 691 casi per 100.000 abitanti. Questo numero è più che raddoppiato negli ultimi 6 anni.

L’articolo “che prova Purchandia Trachomatis?” Scritto da Salamin et al. In questo numero del Forum medico svizzero si concentra su CT e descrive i diversi metodi disponibili per lo screening e sottolinea l’importanza di un test rapido ultra specifico sulla posizione che consente ai medici di avviare il trattamento senza indugio che interromperà tutta la nuova trasmissione. Dato i sequelini principali di infezione da Chlamydia negli uomini (prostatite e ulcerazioni aran L’articolo conclude che le infezioni da CT sono spesso sottovalutate e, data la loro frequente evoluzione asintomatica solo un programma per la sua schermata sistematica aiuterà a conoscere la prevalenza effettiva.

Abbiamo analizzato tra il 2014 e il 2016 presso gli ospedali universitari di Ginevra ( Abbraccio) Dati di 30.000 campioni testati per CT e Neisseria Gonorrea (NG) mediante amplificazione PCR (“Reazione a catena della polimerasi”). Il tasso di positività della CT ha raggiunto il picco in 15-24 anni, sia nelle donne (7,4%, 66/830) che degli uomini (7,9%, 489/6103), mentre il totale della coorte è stato del 3,3% (941/28193) e del 4,7% ( 233/4970) Nei campioni femminili e maschili, rispettivamente (P < 0.001). I tassi di co-infezione NG erano rispettivamente 32,5 e 23,6% nelle coorti femminili e maschili, rispettivamente, paragonabili ai tassi riportati altrove.

Lo screening è generalmente raccomandato per le popolazioni di rischio IST, come i giovani adulti sotto i 25 anni , nuovi partner sessuali o coloro che hanno più di un partner, uomini con sesso con altri uomini e lavoratori sessuali.

Adolescenti e giovani adulti: una popolazione a rischio?

Più fattori contribuiscono All’attuale tasso di IST tra i giovani: prima i primi rapporti sessuali, partner multipli e simultanei, utilizzano metodi di prevenzione sub-ottimali, sesso sotto l’influenza di alcol e droghe, transazioni sessuali, relazioni violente e assenza o insufficienza dei parenti. A livello biologico, la più grande tecnica cervicale, sarebbe più sensibile agli organismi patogeni, possibilmente un tasso di immunoglobulina inferiore nelle secrezioni cervicali.

I giovani spesso presentano in consultazione con una fase tarda della loro infezione, che espone loro ad un rischio più elevato di complicazioni o infezioni pelviche di un numero maggiore di partner. I ritardi nella cura possono essere incriminati, almeno in parte, preoccupazioni sulla riservatezza dei servizi medici e / o dell’alto costo delle cure.

lo screening è un intervento di prevenzione adattato alla popolazione. E lo screening di Chlamydia è non solo una questione di testare i test.

Prevenzione STI e le loro sequele richiedono misure di sanità pubblica, come lo screening della popolazione a rischio, nonché un’istruzione sessuale completa, l’incoraggiamento a utilizzare i preservativi e la fornitura di preservativi. Il programma svizzero HIV e altri STI hanno raccomandato che le misure per ridurre sequele di STIS a lungo termine includono prevenzione strutturale e comportamentale, piani di immunizzazione e programmi efficaci di screening e trattamento. Una delle condizioni prerequisiti per la sua attuazione è un accesso equo a diagnosi e trattamento. Tuttavia, questo programma non include misure specifiche per il controllo CT e attualmente non esiste un programma di screening svizzero. Questa zona rimane della competenza dei cantoni nonostante la raccomandazione della Commissione federale per la salute sessuale (CFSS). La proiezione per le infezioni asintomatiche è quindi basata sulla responsabilità personale della popolazione interessata, i cui membri possono applicare ai centri di consulenza volontaria e ai centri di screening e ai professionisti della salute che propongono uno screening mirato in base alla storia del paziente.Sembra quindi paradossale che, nel gruppo più interessato, con il rischio di diminuire la fertilità, l’accesso alla screening è limitato a causa del costo. Lo screening accessibile può essere proposto a intervalli regolari a Adolescenti e giovani adulti da ginecologi e medici del primo rimedio.

Il prezzo corrente di un’analisi PCR in Svizzera è compresa tra 95 e 119 CHF, questo rappresenta una barriera significativa a programmi di screening e test individuali. La CFSS lavora sull’esenzione dal costo dei test di franchising dell’assicurazione sanitaria, come per la vaccinazione contro il papillomavirus umano (HPV). Quando si valutano i modelli di salute, un abbassamento dei prezzi di screening ha un’influenza positiva e il fatto che è inferiore rende più redditizio. Infatti, i costi associati a ricoveri per le alte infezioni pelviche, il dolore pelvico cronico, l’infertilità e le gravidanze extra uterine, nonché l’impatto negativo sulla qualità della vita delle donne e delle conseguenze finanziarie in termini di produttività della perdita, a superare di gran lunga il costo dello screening. In assenza di prove dell’efficacia a lungo termine dei programmi di screening, low et al. suggerito che la promozione di ampio ed equo accesso alla screening e al trattamento potrebbe essere l’obiettivo a medio termine più appropriato. Tuttavia, lo stesso autore ha pubblicato 9 anni dopo una revisione di cocrane che evidenzia la mancanza di prove solide da studi randomizzati controllati sugli effetti della screening.

La comprensione dei comportamenti di rischio può iniziare il prima possibile. Età giovane quando È integrato nell’educazione sanitaria sessuale a scuola e, da genitori e professionisti della salute. Le proiezioni CT e altri STI sono elementi essenziali per la cura degli adolescenti e i giovani adulti. Un migliore accesso a screening rapido ed economico, professionisti della salute addestrati e chiari raccomandazioni locali per la gestione di STI è particolarmente necessaria in questa fascia d’età.

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *