Corsi: il Mediterraneo: uno spazio di contatto tra tre civiltà

Introduzione:

in Il Medioevo, l’impero bizantino, i regni cristiani dell’ovest e l’impero arabo-musulmano si estendono intorno al Mediterraneo. I contatti, se sono guerrieri, culturali o commercianti tra queste tre civiltà sono permanenti.

In questo corso, studieremo le diverse relazioni legate tra le tre grandi civiltà del bacino del Mediterraneo, tra il Vita e il 13 ° secolo.

In una prima parte, studieremo i violenti scontri che si oppongono a cristiani e musulmani e, in certe occasioni, ortodossa dell’impero bizantino e cattolico dei regni cristiani dell’Occidente. In una seconda parte, ci concentreremo su un commercio intenso che riunisca queste civiltà. Infine, nell’ultima parte vedremo che gli scambi culturali sono multipli tra cristiani e musulmani.

scontri violenti: guerre violente

promemoria banner

promemoria

I cristiani dell’ovest sono cattolici, mentre i cristiani dell’orientano, i bizantini, sono ortodossi. Questi sono due rami distinti della religione cristiana. La religione ufficiale dell’impero arabo-musulmano è l’Islam.

Lo spazio mediterraneo nel Medioevo - 5 ° - Storia

Le guerre sacre, le guerre condotte nel nome della religione, si sviluppano nel Mediterraneo dall’undicesimo secolo.

in Spagna e In Medio Oriente, il regno cristiano dell’ovest affronta l’impero arabo-musulmano.

in Spagna, la reconquist

Nell’11 ° secolo, i re cattolici del lancio della Spagna Riconquista dei territori caduti dei musulmani quattro secoli prima: è l’inizio della riconquista.

Gradualmente, i cattolici spinsero i musulmani settentrionali a sud della penisola.

The Reconquista in Spagna - 5th - cronologia

banner per ricordare

per ricordare

la vittoria cristiana di Las Navas de Tolosa, nel 1212, segna l’inizio della riconquista del Andalusia. La riconquista terminerà con il cattura di Granada, nel 1492.

la prima crociata (1096-1099)

L’undicesimo secolo segna anche l’espansione dei turchi musulmani a est. Questo anticipo è una vera fonte di preoccupazione per i cristiani dell’ovest, che temono di non essere più in grado di andare in pellegrinaggio in Terra Santa.

27 novembre, 1095, l’Urban Pope II chiama alla crociata per consegnare la tomba di Cristo.

La chiamata del Papa Urbano II - 5th - Storia

migliaia di cavalieri cristiani rispondono all’appello del Papa e la prima crociata inizia nella primavera 1096.

banner per ricordare

per ricordare

I crociati prendono Gerusalemme nel 1099 . Si stabilirono in Siria Palestina e creano gli stati latini dell’est.

definizione banner

Definizione

Stati latini dell’est:

stati creati e poi somministrati nel vicino oriente dai cristiani dell’ovest, il giorno dopo il primo crociata.

La prima crociata (1095-1099) - 5th - Storia

godefroy of bouillon è uno dei primi c trascurato. È uno di quelli che prendono Gerusalemme. Muore in Terra Santa nel 1100.

Death of Godefroy Broth, XixSupe / Sos Century, Palace Versailles Morte di Godefroy de Bouillon, XIX secolo, Palazzo di Versailles

Le altre crociate (XII-XIIII secolo)

da La fine del XII secolo, il Saladin leader musulmano minaccia gli stati latini dell’est.

In totale, nove crociate avranno luogo per difendere questi territori contro gli attacchi musulmani, invano. Gli Stati lati dell’est saranno sicuramente presi dai musulmani due secoli dopo la loro creazione, nel 1291.

Ma le crociate non solo si oppongono a cristiani dell’ovest e dei musulmani. Alla quarta crociata, tra il 1202 e il 1204, si svolge un particolare evento: le croci, abbagliate dalle ricchezze di Costantinopoli impegnate nel saccheggio della città.

banner per ricordare

per ricordare

Questo saccheggio genera una separazione definitiva tra i cristiani cattolici dell’ovest e i cristiani ortodossi dell’impero bizantino.

Tuttavia, tuttavia, le relazioni tra mondi cristiani e musulmani non devono essere ridotti due secoli di crociate . Nel Medioevo, le relazioni tra i cristiani dell’est, i cristiani dell’ovest e dei musulmani non sono sempre guerrieri e aggressivi.

Possono anche essere calmato e pacifico, anche attraverso il commercio.

Trade

Fino al X secolo, il commercio del Mar Mediterraneo nel Medioevo è dominato dai Bizantini e dagli Arabi.

Dall’undicesimo secolo, questi scambi stanno vivendo un forte sviluppo. Migliaia di navi poi incrociano il Mediterraneo.

banner per ricordare

per ricordare

Alla fine dell’XI secolo, sono le città italiane che dominano il commercio mediterraneo: Venezia, specialmente, ma anche Genova e Pisa.

firmano accordi con i califfi e l’imperatore bizantino. I commercianti italiani hanno quindi il diritto di installare contatori negli Stati lati degli Stati Uniti, come nella città di Costantinopoli e nei porti musulmani.

Commercio nel Mediterraneo dell'XI secolo - 5th - cronologia

definizione banner

Definizione

contatore:

Questa è una struttura aziendale installata all’estero. Spesso installato in una porta, serve come fermata marittima per navi commerciali.

I commercianti italiani comprano prodotti preziosi, come seta, spezie e le pietre preziose provenienti dall’Asia . Poi rivendogli in ovest, dove questi beni sono molto ambiti.

Puoi osservare in questo tredicesimo secolo caricando un carico di merci nel porto di Venezia.

Caricamento delle merci nel porto di Venezia. Miniatura di un manoscritto del Xiiisupe / Superv secolo, custodito al Biblioteca Marciana de Venezia, Italia un caricamento di merci nel porto di Venezia. Miniatura di un manoscritto del XIII secolo, conservato al Biblioteca Marciana de Venezia, Italia

Commercio e spedizioni militari favoriscono gli scambi culturali tra civiltà musulmana e cristiana in Mediterraneo. Questi contatti facilitano la diffusione di nuove conoscenze in Europa e incoraggiano gli incroci del ritaglio.

Scambi multipli tra civiltà

La diffusione di nuove conoscenze e tecniche

il Mediterraneo è un crocevia di scambi culturali. La conoscenza scientifica del mondo musulmano diffuse a ovest dalla Spagna, dalla Sicilia e dal Medio Oriente.

La produzione di carta, seta, tecniche di irrigazione, nuove nozioni matematiche come figura zero, medicina o tecnica di navigazione così riuscire a ovest, dal XII secolo.

Ad esempio, il lavoro del medico di Avicenna musulmano è stato tradotto a Toledo, in Spagna, nel XII secolo. È Gérard de Crémone, uno scienziato italiano, che ha raggiunto la traduzione di arabo al latino. Questo libro diventa la base dell’insegnamento della medicina in Occidente. Rimarrà fino al XVI secolo.

Luoghi di incontro e misceGenation: Toledo, Andalusia, Sicilia

È a Toledo, in Spagna, e Palermo, in Sicilia, che i manoscritti del greco L’antichità è tradotta in latino e arabo.

Il Corano è anche tradotto in latino nel 1142. I testi antichi e i testi arabi vengono quindi insegnati in Occidente.

banner per ricordare

per ricordare

Città come Toledo e le regioni Come Andalusia e Sicilia sono luoghi in cui le civiltà del mix mediterraneo.

Scambi culturali nel Mediterraneo dell'XI secolo - 5 ° - storia

Questi sono spazi di tolleranza, dove i credenti di diverse religioni (cristiani, musulmani, ebrei) condividono comuni culturali, sociali ed interessi economici, e vivono in pace.

Questa coltura di culture è particolarmente nelle opere d’arte e nelle opere d’arte. Architettura, dove si può apprezzare tutte le influenze bizantine, arabe e occidentali.

Conclusione:

Il Mediterraneo è all’incrocio di tre civiltà, spesso in conflitto nel Medioevo.La riconquista, poi le crociate, sono scontri guerrieri che si oppongono ai mondi cristiani e quello dell’impero arabo-musulmano.

Tuttavia, i contatti tra i bizantini, i cristiani dell’ovest e dei musulmani. Non lo sono caratterizzato solo dalla violenza. Le molteplici relazioni commerciali, gli incontri culturali e scientifici portano cristiani e musulmani riuniti.

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *