Come interpretare la generosità delle personalità in questo periodo di crisi?

La crisi del Coronavirus influisce su un numero molto elevato di attività, a volte severamente, e suscita molti eventi sostenuti da imprese, cittadini anonimi o celebrità. Ad esempio, l’attrice Angelina Jolie avrebbe dato $ 1 milione all’American Association No Kid Affamato. Questa proliferazione di atti di generosità da parte delle stelle ci invita a chiederci una serie di domande:

    è un nuovo fenomeno e se no, qual è la specificità Coronavirus rispetto ad altre crisi?

  • Quali sono le diverse forme di fidanzamento?

  • Come interpretare queste azioni, tra la filantropia? Donazione disinteressata o opportunismo, pragmatismo?

In primo luogo, lascia che sia necessario non un nuovo problema. La generosità o la filantropia sono state ampiamente utilizzate per secoli con personalità. Senza necessariamente tornare indietro troppo lontano nella storia, ricordiamo tutti la grande mobilitazione delle stelle americane a favore della lotta contro la carestia in Etiopia con USA per l’Africa (e la canzone “Noi siamo il mondo”) o il “Straordinario Aiuto vivo organizzato da Bob Geldof, e la creazione dei ristoranti colucici del cuore in Francia, trasmessi dal collettivo dei bastardi (ancora notizie e usano più di 30 anni dopo!).

Le specificità della crisi corrente

La specificità di questa crisi risiede nel suo carattere universale anche se alcuni territori sono più colpiti rispetto ad altri. Nessuno stato ti permette di scappare e molte celebrità, spesso considerati Nantis, sono stati infettati dal virus (Tom Hanks, Boris Johnson, Prince Charles), alcuni avevano perso la vita (Manu Dibango, Papa Diuf, Patrick Devedjian), la maggioranza sottostima (Sicuramente in condizioni remote da quelle dei mortali comuni) una situazione di confinamento.

Il movimento di mobilitazione che stiamo partecipando è senza precedenti, e pesantemente trasmesso dal fondo di risonanza di tutti i social network e dei media.

Condizioni diverse di coinvolgimento

La gamma di azioni appare estremamente ampia, un semplice messaggio di condivisione giornaliero, supporto militante, donazioni artistiche, educative o sportive e finanziarie. Semplice e apparentemente sinceramente, molte personalità comunicano sulla loro vita quotidiana durante il confinamento, che può certamente essere considerata una semplice occupazione come un modo per dimostrare che sono persone come gli altri. È una questione di tornare a una forma di normalità e di prossimità nelle sfere spesso giudicate inaccessibili e privilegiate.

Alcune personalità danno il loro tempo proponendo di comunicare direttamente con popolazioni particolarmente interessate. Le stelle del mondo del cinema come Claude Lelouch, Elsa Zyrstein o Gad Elmaleh chiamerà, a sostegno dei sessanta agenti della città di Parigi già mobilitati, anziani isolati.

altri, spesso artisti, sportivi o influencer , Condividi umorismo e creatività attraverso “post” creativo, giocoso o per consapevolezza (mostrando buoni gesti). Molte sfide, a volte semplicistiche, a volte molto originali, sono lanciate da celebrità alle loro comunità sui loro social network: un buon modo per promuovere le affiliazioni impegnando le loro comunità.

Molti artisti danno concerti. Privati o improvvisati canzoni Per sostenere il caregiver, come Jean-Jacques Goldman reinterpretando la sua “vita del cambiamento” in “Salva vite”. L’impatto era tutto più forte come l’artista diventa scarso nei media.

Sono stati trovati più donazioni finanziarie multiple. Senza renderlo un elenco esauriente, gli importi vanno da poche migliaia di euro a diversi milioni (fino al miliardo di Jack Dorsey, il direttore di Twitter), a beneficio di associazioni o fondazioni direttamente o indirettamente contro il Coronavirus, dall’inizio di La crisi è stata comunicata.

Altro meccanismo tradizionale, partecipazioni alla raccolta fondi per i quali le personalità possono mobilitare le loro reti e utilizzare la loro influenza. Nelle rispettive scale, Lady Gaga ha contribuito a raccogliere 35 milioni di dollari mentre in Francia il McFly e Carlito Youtubers sono riusciti a raccogliere 400.000 euro in un giorno a vantaggio del Fondo di aiuti di emergenza COVID-19.

chiede di dare, infine, attorno alle celebrità collettive o all’iniziativa dell’Associazione come impulso 75 (avendo ricevuto il sostegno da 200 persone del mondo sportivo, artistico e media a beneficio della Fondazione della Francia) Flourish.

Ment menzioniamo anche la collaborazione artistica tra 350 cantanti, attori, giornalisti, sportivi, animatori riuniti per un titolo “e domani” destinati a trasmettere una chiamata al dono a favore della Fondazione di Parigi -Spessionali ospedali della Francia. Questo è un mosaico, che ricorda la forma di situazioni di confinamento o di comunicazione tramite Visio Tools come Skype o Zoom e rendendo un tributo vibrante sul fondo ai caregivers mentre si fa la domanda dopo.

giudizi e recensioni

“La responsabilità è il prezzo da pagare per il successo”, ha detto Churchill.

in un momento in cui le nozioni di sviluppo e responsabilità sostenibili mobilitano tutti i giocatori nella società civile, sembra legittimo alla domanda L’impegno di queste figure pubbliche. L’impegno è diventato una sorta di norma, è persino raro oggi notare la mancanza di coinvolgimento di una celebrità per un tema responsabile. La generosità è diventata un valore molto attuale durante l’invertizione, l’assenza di generosità può essere rapidamente denunciata dall’opinione pubblica.

Per quanto riguarda la crisi del Coronavirus, gli atti di generosità, molto apprezzati da tutte le parti interessate, tuttavia suscitano alcune critiche Per quanto riguarda i loro importi ritenuti a volte deboli alla luce dei colossali redditi delle stelle, sul fatto che siano al contrario (Florent Pagny ha dovuto rompere un messaggio su Instagram per spiegare che paga l’80% delle sue tasse in Francia) , rispetto alle donazioni che possono essere interpretate come investimenti futuri (Jack Dorsey, il direttore del Twitter che ha appena annunciato che avrebbe dato a 1 miliardo di dollari per la lotta contro il Coronavirus è accusato da alcuni osservatori da investire piuttosto che dare), perché queste azioni L’immagine del marchio partecipando a un branding personale – Nabilla riprese e condividendo la sua convergenza Con Brigitte Macron ringraziandola per la sua generosità – o perché queste personalità arrivano a coprire fallimenti dell’apparato dello stato e le quali le scelte politiche paghiamo oggi le conseguenze.

P>

Ma senza entrare in ciascuno di questi problemi, tutti questi contributi consentono concretamente l’acquisto di attrezzature utili al caregiver (quindi salvando vite come Goldman cantare), per aiutare le associazioni e le fondazioni a finanziare programmi per combattere oltre la crisi in modo sostenibile per cause universali o più semplicemente un momento di felicità e condivisione a persone isolate.

Tutto questo account e sarà necessario ricordare quando si segnala i comportamenti “irresponsabili” delle stelle, e soprattutto quelli di gli sportivi e più in particolare i calciatori.

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *