Chopine (scarpa)

Una chopina è un tipo di scarpa da solo moglie che è diventata popolare durante il XV, XVI e XVII secolo. Le chopins erano originariamente utilizzate come uno zoccolo per proteggere scarpe e vestiti di fango e detriti.

Pagina di guida sull'omonimo
Per gli oggetti omonimi, vedere Chopine.

Ricostituzione di un Chopin veneziano del 19 ° secolo. Esposto al museo della scarpa di Losanna.

illustrazione chopin.

Le chopins erano particolarmente indossate a Venezia, in Italia, da cortigiani e patriziani intorno al 1400-1700. Oltre al suo uso pratico, la dimensione di Chopin diventa un riferimento simbolico culturale e sociale per i vettori. Le choppe alte permettono a una donna di estendersi letteralmente e figurativamente il suo stato. Durante il Rinascimento, i chopi diventano un articolo di moda e sono fabbricati in incredibilmente più grandi; Alcuni misurati intorno a 50 centimetri (20 pollici) Shakespeare deridono la dimensione estrema dei minins usando il termine altitudine.

Chopins attuali sono in genere realizzati in legno o sughero e alcuni dello stile spagnolo sono realizzati in metallo. I materiali sono rivestiti in pelle e velluto. Secondo alcuni studi con questo tipo di scarpe, le chopins hanno causato un approccio instabile e in modo distruttivo. Le donne che le indossavano erano solitamente accompagnate da un servo o un custode sul quale potevano bilanciare. Altri sostengono che con allenamento una donna poteva camminare e ballare con grazia. Nel suo manuale di danza intitolato Nobiltà Die Lady (1600), la ballerina italiana Fabrio Caroso scrive che con la formazione, una donna che indossa Chopins potrebbe muoversi “con grazia, sensualità e bellezza”. Le chopins erano in generale con l’aiuto di due servitori.

Tra il XIII secolo e il diciassettesimo secolo, anche le choppe sono state sollevate in Spagna. La loro popolarità in Spagna era così grande che fossero impiantati nella cultura spagnola. Chopins spagnoli erano spesso forme molto più coniche e simmetriche.

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *