8 fotogrammi su 10 pronti a lasciare Parigi per una città media o altra metropoli


inquinata, imbottigliata … Parigi, città di telai non-gras

una delle peculiarità del La metropoli parigina risiede nella dualità tra Parigi e il suo agglomerato. Tra i dirigenti franciliani intervistati *, più di uno in due opere nella capitale, ma solo la metà di loro vive lì. Questo divario significativo coinvolge un lungo periodo di percorrenza quotidiano: 7 intervistati su 10 riportano più di un’ora al giorno nel trasporto per i loro viaggi d’affari.

Inoltre, se i dirigenti intervistati riconoscono apprezzare la vita culturale del capitale (87%), l’accessibilità dei servizi (85%) e il trasporto (68%), il costo della vita (79%), Così come la distanza con la natura (61%) sono le loro principali fonti di insoddisfazione. L’inquinamento (71%), lo stress (69%) e gli ingorghi (67%) sono anche i tre termini a cui associano la città. Tutte le situazioni professionali combinate, è finalmente un quadro in due che è insoddisfatto della sua vita parigina (52%).

82% dei gestori pronti a controllare se l’erba è più verde altrove

Questa insoddisfazione per la loro vita quotidiana sta spingendo i dirigenti per considerarlo seriamente lasciare il capitale per gli altri orizzonti: 8 in 10 intervistati (82%) dichiara quindi prendere in considerazione la mobilità regionale, di cui il 47% afferma essere parte della loro scelta e Il 35% ne parla come possibilità.

Tuttavia, difficile sapere quanti di loro si muoveranno e si muovono in un’altra città … Più di 6 fotogrammi su 10 dicono Considera la mobilità entro 3 anni, incluso il 23% in meno di un anno. Per quanto riguarda la destinazione, sono il 53% da spostare in una città di medie dimensioni e nel 31% in un’altra metropoli. Per la maggior parte di loro, sarebbero stati un ritorno alle fonti dal 70% di questi dirigenti hanno già vissuto nella regione.

Bordeaux e Nantes, un ideale dopo Parigi?

Nei primi ranghi delle piacevoli destinazioni, i dirigenti citano gli altri francesi metropoli. In primo luogo e non sorprendentemente, Bordeaux domina la classifica delle città in cui i dirigenti franciliani pianificano di mettere le loro borse (54%). Mentre Nantes e Lione competono con le altre marcia del podio da sette edizioni, quest’anno la prefettura del Pays de la Loire porta l’impostazione con il 48% dei dirigenti intervistati, rispetto al 34% per Lione.

I fattori che spiegano queste scelte echo i rimproveri rivolti alla vita franciliana. Pertanto, l’88% dei dirigenti franciliani è alla ricerca di un ambiente di vita migliore e un sogno del 62% di un migliore equilibrio tra vita professionale e privata.

Cambia la vita ma a quale prezzo?

Consapevole del fatto che un progetto di mobilità coinvolge alcuni cambiamenti professionali, i dirigenti sono più volontari.

  • Il 57% dichiara pronto a cambiare lavori da lasciare nella regione, incluso il 60% di 36-45 anni.
  • sono anche il 52% per prendere in considerazione la dimissione della loro posizione attuale, inclusa una proporzione più ampia sulla fascia d’età 25-35 (68%)
  • 50% acconsentirebbe nel loro stipendio.

Nonostante questo spettacolo visualizzato, la mobilità è ancora un rischio per i dirigenti, che deplora un mercato del lavoro molto centralizzato. Il 35% di loro ritiene che ci siano più opportunità professionali nella capitale.

Una sensazione che non li lascia quando spendono davvero azioni anche se la loro proporzione è ridotta. Pertanto, solo il 29% dei dirigenti che considerano la mobilità regionale ha effettuato veramente intraprese passi in questa direzione, indipendentemente dal fatto che stia cercando attivamente una posizione o presentare una richiesta di mutazione dalla propria attività. Tra questi, l’85%, tuttavia, riconoscere l’avente difficoltà a trovare un lavoro offre il loro corrispondente mentre su coloro che hanno intrapreso alcuna missione a questo punto, il 68% afferma di essere ostacolato dalla paura di non trovare un lavoro sul posto.

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *